.
Annunci online

diritti
17 giugno 2012
Mahmoud Sarsak, calciatore professionista palestinese deve essere liberato altrimenti morirà

La storia di Mahmoud non può essere sottaciuta e noi giornalisti possiamo fare tanto. Detenuto illegalmente nelle carceri israeliane dal 2009, Mahmoud Sarsak, calciatore professionista palestinese, è in sciopero della fame da novantadue giorni per protestare contro quella che in Israele si chiama "detenzione amministrativa",  un atto che permette agli israeliani di detenere Mahmoud senza che contro di lui – o contro altri palestinesi sottoposti a questo regime carcerario – sia stata mossa alcuna accusa o sia stato portato davanti ad una corte per essere processato. (Anna Laudati)

La storia. Mahmoud viene arrestato il 22 luglio del 2009 a Beit Hanoun, valico nord della Striscia di Gaza mentre si dirigeva – con tanto di autorizzazione concessa dagli israeliani a poter oltrepassare il valico – nella West Bank per firmare un contratto con il Balata Youth Club semplicemente sulla base di un sospetto, a cui gli israeliani hanno dato il nome di “legge dei combattenti illegali” e che permette di detenere gli abitanti della striscia in maniera illegale, senza che se ne conoscano le ragioni e senza una data prevista per la scarcerazione. Il calciatore è infatti accusato di appartenere al Jihad Islam, nonostante Israele non sia in grado di produrre alcuna prova di tali accuse.
Come molti suoi connazionali, Mahmoud ha iniziato una protesta attraverso lo sciopero della fame, che ormai si protrae da 92 giorni, con tutti i rischi che ciò comporta. Secondo fonti mediche, infatti, ha perso 25 chili, sviene spesso ed il battito cardiaco si fa sempre più debole. Questa protesta gli ha portato inoltre gravi danni ad alcuni organi, così da interrompere il suo sogno di indossare la magia del suo paese in una competizione internazionale (che nel caso della Palestina significa anche portare all’attenzione internazionale anche il problema del conflitto israelo-palestinese).
Insieme a lui, le carceri israeliane detengono altre 4.600 persone, di cui circa 300 sottoposti a “detenzione amministrativa” e molti bambini, che vengono arrestati (spesso solo per aver lanciato un sasso), torturati e sottoposti ad elettroshock.
Negli ultimi undici anni, secondo i dati del Defense for Children International, un’organizzazione non governativa che si occupa dei diritti dell’infanzia, sono stati 7.500.

La sua vicenda, sta iniziando a circolare non solo per le proteste di questi giorni, ma anche – e forse soprattutto – per l’interessamento di personaggi noti del calcio, come l’ex stella del Manchester United Eric Cantona o molti giocatori baschi e spagnoli, o di intellettuali ed importanti personalità quali Noam Chomsky e Ken Loach che ne chiedono la scarcerazione attraverso una petizione.
«È tempo che cessi l’impunità di Israele e di insistere affinché (lo Stato ebraico) rispetti gli stessi standard di uguaglianza, giustizia e di legalità internazionale che sono richieste agli altri Stati», si legge nella lettera.

L’eco della vicenda è arrivato anche nelle stanze del potere calcistico, dove il presidente della Fifa Joseph Blatter, dettosi preoccupato «riguardo la detenzione apparentemente illegale dei calciatori palestinesi», si è fatto promotore di «un appello urgente alla federazione israeliana di football (Ifa) affinché assicuri l’integrità fisica dei calciatori palestinesi ed il loro diritto a processi equi».
La Palestina, intanto, ha inviato una lettera formale a Michel Platini, presidente dell’Uefa, chiedendogli di non far disputare gli europei Under 21 che si terranno proprio in Israele tra il 5 ed il 18 giugno 2013.  fonte http://www.informarexresistere.fr

 


vita familiare
3 dicembre 2009
I Pinguini - parte 2

Stanotte i pinguini stavano per scoppiare per aria, ma anche io. La candaia era in blocco e produceva un sibilo assordante. Poi, mentre io dormivo, i pinguini, sempre loro, non volendo morire spiaccicati tra i ruderi di casa e me, dopo aver cercato invano di farmi alzare, hanno invocato l'aiuto dei vicini che sono andati in giardino a spegnere la mia caldaia. Stamattina, i vicini e i pinguini, insieme, mi aspettavano per raccontarmi il fatto! Meno male che ci sono i pinguini. Per fortuna nn si soo estinti, nè con la pioggia nè con la mia candaia! 

  




permalink | inviato da annalaudati il 3/12/2009 alle 14:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
30 novembre 2009
Piovono pinguini

Oggi piovono pinguini. Li ho visti cadere a centinaia sui palazzi, sugli alberi, tra la gente, sulle macchine. Credevo fosse un sogno, invece ciò accadeva proprio mentre stamattina mi recavo a lavoro. Ad un certo punto ha smesso  ma si è oscurato il cielo ed il sole è completamente rientrato. Il mare era di un colore così' cupo da sembrare fango. Intorno all'una è ricominciato a piovere. Dal cielo venivano già fittissime delle sfere bianche. Cadendo sul suolo si  rompevano e fuoriusciva una sostanza rossa o degli esseri strani di color bianco e nero. Ne ho preso uno al volo: uova di pinguino!   




permalink | inviato da annalaudati il 30/11/2009 alle 16:8 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
14 novembre 2008
Sentenza Diaz: assolto Ferri, capo della mobile. Clamoroso
Il tribunale di Genova ha assolto il capo della squadra mobile di Firenze, Filippo Ferri, per i fatti avvenuti nella scuola Diaz nel luglio del 2001
Ferri era accusato di aver firmato il verbale di perquisizione della scuola, insieme ad altri funzionari di polizia che sono andati pure loro tutti assolti. Per lui i pm avevano chiesto una condanna di 4 anni e mezzo.
cinema
28 settembre 2008
Addio a Paul Newman



permalink | inviato da annalaudati il 28/9/2008 alle 15:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
dicembre       

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 30771 volte